Caricamento Eventi
3
settembre
lunedì
18:00
  • Questo evento è passato.

Auser Musici
Carlo Ipata flauto, Valentova Dagmar violino, Valeria Brunelli violoncello, Federica Bianchi clavicembalo

KAREL STAMIC (CARL STAMITZ) Trio in sol maggiore per flauto, violino e violoncello op. 14 n. 1
FRANTIŠEK BENDA (FRANZ BENDA) Sonata per flauto traverso solo col basso per violoncello e cembalo in mi minore
VOJTĚCH MATYÁŠ JÍROVEC (ADALBERT GYROWETZ) Trio op. 6 n. 2 in re maggiore
FRANTIŠEK BENDA (FRANZ BENDA) Sonata per il violino solo et basso in mi minore L3.59
JOSEF MYSLIVEČEK Sonata n. 2 in re maggiore per flauto, violino e violoncello

«Già la mensa è preparata, / voi suonate, amici cari! / Giacché spendo i miei danari / io mi voglio divertir». Sono le celebri parole di Don Giovanni pronunciate nella scena della sua ultima cena. Una scena che sarebbe ambientata a Siviglia, come da indicazioni del libretto di Da Ponte, ma che allude in realtà agli usi di Praga, dove il capolavoro mozartiano debuttò nel 1787. L’uso era quello delle famiglie dell’aristocrazia boema, che nei palazzi praghesi così come nei castelli in campagna non facevano mai mancare una banda di fiati o un’orchestra formata dai camerieri in livrea, per allietare un banchetto, un ballo o semplicemente lo scorrere del tempo. E non era da escludere la possibilità che il «grazioso signore» o il nobile titolato con l’hobby della musica, si degnasse d’intervenire nel concerto privato accanto ai suoi salariati.
Ma cosa si suonava? A darcene più che un’idea sarà il concerto degli Auser Musici, con le musiche di autori che oggi, soprattutto nel nostro Paese, risultano poco conosciuti, ma che allora godevano di ben altra fama. Basti pensare al praghese Mysliveček, in Italia soprannominato ‘il divino Boemo’. O a František Benda che, al servizio di Federico II di Prussia, era considerato un virtuoso del violino, un ‘mago’ dello stile cantabile. E anche Karel Stamic, tedesco di nascita, giunse a Praga nel 1787 con l’aureola del violinista e violista d’amore di fama europea: le sue sinfonie stabilirono un modello anche per i sommi Haydn e Mozart.

 

Dettagli
Data: 3 settembre 2018
Ora: 18:00
Luogo
Location: Morra – Oratorio di San Crescentino