Daniele_Lombardi©Fabio-Mantegna-Blois

UNE SOIRÉE À PARIS
Venerdì 26 agosto ore 18.00

Sansepolcro, Auditorium Santa Chiara

UNE SOIRÉE À PARIS

Daniele Lombardi introduzione critica
Cantanti vincitori dei concorsi 2015-2016
del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto «A. Belli»

Enrico Cicconofri, Luca Spinosa e Daniele Lombardi pianoforte

ALBERTO SAVINIO Les Chants de la Mi-mort Suite
GIAN FRANCESCO MALIPIERO da Cinq mélodies: Chanson morave,
Le Jeux Couleur du temps, Pégase, testi di Victor Margueritte
ALBERTO SAVINIO Chants étranges: estratti
JACQUES OFFENBACH Ba-ta-clan: selezione

 

A inizio Novecento Parigi è già una città internazionale: ancora eccitati dalla rivoluzione impressionista, è qui che si incontrano i maggiori artisti del tempo, e nelle arti così come nella musica la parola d’ordine è ‘libertà di espressione’. L’ottimismo della Belle Époque sta svanendo, niente può esser più come prima. È l’inizio della modernità. Pensiamo a Malipiero: Parigi fu determinante per il suo percorso artistico, dopo aver assistito alla prima della Sacre du printemps, decise di ripudiare gran parte dei lavori composti prima del 1913. Subito dopo nacquero le Cinq mélodies. Pensiamo ad Alberto Savinio, uno degli artisti più eversivi e antiaccademici: nel 1914 presentò alle Soirées Musicales Les Chants de la Mi-mort, suonando in piedi e arrivando a ferirsi le mani in una performance che sconcertò il pubblico.
In questo nuovo spettacolo dello Sperimentale, i vincitori del Concorso europeo per giovani cantanti daranno voce ad alcune delle traiettorie percorse dalla musica in questo periodo – che coincise con lo scoppio della Grande Guerra – segnato dalla necessità di rinnovamento. Ma sarà anche l’occasione per ricordare un tragico momento della nostra attualità, ascoltando Ba-ta-clan, l’operetta di Offenbach dalla quale prende il nome la sala da concerti tristemente nota per il sanguinoso attentato dello scorso novembre.