Labèque_© Umberto Nicoletti

Katia Labèque/Marielle Labèque
Mercoledì 24 agosto ore 21.00

Città di Castello, Chiesa di San Domenico

Katia Labèque pianoforte, Marielle Labèque pianoforte

MAURICE RAVEL Ma Mère l’Oye
MAURICE RAVEL Rapsodie espagnole
IGOR STRAVINSKIJ Le Sacre du printemps versione per 2 pianoforti

 

Il 29 maggio 1913, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, andò in scena per la prima volta Le Sacre du printemps di Igor Stravinskij, con la coreografia di Vaslav Nijinsky e le scene e i costumi di Nicholas Roerich. La rappresentazione scatenò una vera e propria rissa in sala, e le reazioni furono a dir poco contraddittorie, tra chi, come Maurice Ravel, gridava al genio e chi se ne andava schifato da quel ‘rumore’. Certo è che la serata fu indimenticabile e che la presentazione al pubblico di quel balletto, interpretato sulla scena dai Balletti Russi, decretò la fine di un’epoca, l’archiviazione delle forme musicali romantiche e l’inizio della modernità in musica. Le sorelle Katia e Marielle Labèque – duo pianistico unico nel panorama musicale mondiale, per la magica alchimia sprigionata dalla complicità delle due interpreti e per il grandioso successo riscosso fin dal loro debutto – propongono la trascrizione per due pianoforti di quello che oggi è considerato il capolavoro stravinskiano, realizzata dallo stesso compositore in quel fatidico 1913. Per le sorelle Labéque è un dirompente cavallo di battaglia, che qui affiancano ad altri due grandi classici del loro repertorio: Ma Mère l’Oye e la Rapsodie espagnole di Maurice Ravel.