Roberto Vignoli e Iulia Ratiu

Mercoledì 26 agosto ore 18.00

Morra, Oratorio di San Crescentino

Roberto Vignoli sassofono
Premio “Alberto Burri” per giovani interpreti 2014
Iulia Ratiu pianoforte

Emilio Ghezzi, Sonatina in forma di tema con variazioni su “Una furtiva lagrima” di Gaetano Donizetti per sassofono contralto e pianoforte PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA
Franz Schubert, Ungarische Melodie D817 in si minore per pianoforte
Giacomo Fossa, Naturlaut per sassofono e pianoforte PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA
Victor Morosco, Blue Caprice per sassofono contralto
Erwin Schulhoff, Ragtime da 5 Pittoresken op. 31 per pianoforte
Erwin Schulhoff, Maxixe da 5 Pittoresken op. 31 per pianoforte
Erwin Schulhoff, Hot-Sonate Sonata jazz per sassofono contralto e pianoforte

Nuova musica e talento emergente sono gli ingredienti del concerto pomeridiano nello splendido Oratorio di San Crescentino a Morra. Ad esibirsi accanto al celeberrimo affresco della Flagellazione di Luca Signorelli è il sassofonista Roberto Vignoli, vincitore del Premio “Alberto Burri” per giovani interpreti della scorsa edizione al quale, come da tradizione, è data l’opportunità di esprimersi da protagonista nell’ambito della cartellone principale del Festival.
Nel programma musicale destano grande interesse le due nuove composizioni in prima esecuzione assoluta. Naturlaut è un lavoro del giovane autore emergente Giacomo Fossa: un brano che, come lascia presagire il titolo, ricreando gli stilizzati suoni di una foresta e il canto lontano di uccelli vuole rievocare alcuni intendimenti mahleriani. La Sonatina di Emilio Ghezzi – docente, musicologo e scrittore oltre che affermato compositore – può sembrare un omaggio alle innumerevoli fantasie dell’Ottocento su temi celebri del melodramma, ma è invece una vera e propria composizione di tipo novecentesco, con impianto formale non elementare e fuga nel movimento finale.