slide-hom_30.08_21.00_2

30 agosto
MAHAGONNY SONGSPIEL
ore 21.00

Umbertide, Teatro dei Riuniti

MAHAGONNY SONGSPIEL
musiche di KURT WEILL
testo di BERTOLT BRECHT
versione per pianoforte e voci a cura di DAVID DREW

prologo con canzoni di KURT WEILL e HANNS EISLER su testi di BERTOLT BRECHT

Vincitori del Concorso Comunità Europea 2017 per giovani cantanti lirici
del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto «A. Belli»
Mariangela Marini Jessie • Annapaola Pinna Bessie
Amedeo Di Furia Charlie • Marco Rencinai Billy
Paolo Ciavarelli Bobby • Giordano Farina Jimmy

Corrado Valvo pianoforte
Giorgio Sangati regia
Alberto Nonnato allestimento scenico

coproduzione Festival delle Nazioni e Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto «A. Belli»

Mahagonny Songspiel prende forma nel 1927 da uno degli incontri più interessanti e rivoluzionari della storia del teatro musicale, quello tra Bertolt Brecht e Kurt Weill. Lo scrittore e drammaturgo chiese a Weill di comporre una partitura a partire da alcune sue composizioni poetiche, per montare una specie di piccola opera sperimentale, un laboratorio stilistico che qualche anno più tardi, nel 1930, evolverà nell’opera Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny. Si tratta quindi di materiale di studio, ancora grezzo, frammentario, nella cui discontinuità sta forse la chiave degli esperimenti successivi nei quali Brecht dichiaratamente cercherà di rompere ogni forma di fluidità percettiva e scenica. Inizia con Mahagonny il tentativo di rompere le convenzioni dell’opera, creare un prodotto ‘culinario’, cioè con gli ingredienti dell’intrattenimento per usare le parole dello stesso Brecht, inaugurando al contempo un dialogo con il pubblico con il fine di stimolarne un atteggiamento attivo piuttosto che passivo, dare all’assurdità delle convenzioni operistiche un materiale altrettanto irreale.
La cantata Mahagonny Songspiel sarà introdotta da un prologo di canzoni musicate da Kurt Weill e Hanns Eisler su testi di Brecht in lingua originale