slide-hom_02.09

2 settembre
LE CANZONI DI LUDWIG
ore 21.00

San Giustino, Cortile del Castello Bufalini

LE CANZONI DI LUDWIG
testo e drammaturgia di FRANCESCO SANVITALE
musiche di LUDWIG VAN BEETHOVEN

Ensemble Umberto Giordano
Marco Moresco pianoforte • Dino De Palma violino
Luciano Tarantino violoncello • Ripalta Bufo soprano
Leonardo Gramegna tenore

e con la partecipazione straordinaria dell’attore Giampiero Mancini

Per il suo genio, e per la sua personalità complessa e inafferrabile, Beethoven è forse il compositore romantico più conosciuto e ascoltato. Del suo imponente catalogo – in gran parte noto e proposto regolarmente in tutto il mondo – esiste però ancora un nucleo di pagine raramente eseguite, che compongono l’immagine di un Beethoven diverso dal grande sinfonista, e che potremo riscoprire grazie a questo spettacolo.
Spirito libero, poco incline a comporre per dovere o commissione, Ludwig cedette, probabilmente per denaro, alle richieste dell’editore George Thomson quando gli chiese di arrangiare per trio e voci le più importanti canzoni popolari di varie nazionalità. Ne nacque una produzione che, seppur minore, si distingue per spontaneità e leggerezza: piccole miniature ironiche e immediate nelle quali il compositore, attraverso escamotage a volte apparentemente di maniera, riesce ad evocare mondi lontani: dai canti tirolesi con gli sfrenati arpeggi vocali da Yodel di montagna al bolero spagnoleggiante della Paloma blanca, dalle atmosfere orientali delle canzoni russe allo stile popolare italiano con la Canzonetta in veneziano.