SPAAK (Agenzia: CONTRASTO)  (NomeArchivio: 32133n7r.JPG)

OMAGGIO A DEBUSSY
Mercoledì 31 agosto ore 21.00

Città di Castello, Chiesa di San Domenico

OMAGGIO A DEBUSSY

Catherine Spaak voce recitante
Massimo Mercelli flauto
Olga Arzilli viola
Fulvio Fiorio flauto
Nicoletta Sanzin arpa
Tiziana Tornari arpa

CLAUDE DEBUSSY Sonata per flauto, viola e arpa
CLAUDE DEBUSSY Prèmiere Arabesque per 2 arpe
CLAUDE DEBUSSY Syrinx per flauto
CLAUDE DEBUSSY Chansons de Bilitis per voce, 2 flauti e 2 arpe, testi di Pierre Louÿs

 

Catherine Spaak è la raffinata narratrice delle Chansons de Bilitis di Claude Debussy, una raccolta di canzoni basate su poesie erotiche dell’amico Pierre Louÿs, che le aveva ‘tradotte’ in francese – secondo quanto da lui falsamente dichiarato in occasione della loro pubblicazione – perché frutto di un ritrovamento archeologico della poetessa greca Bilitis, ma in realtà ispirate allo scrittore da una affascinante danzatrice algerina. Anche una volta scoperto l’artificio letterario, le Chansons non smettono di sprigionare una grazia sensuale e arcaica, amplificata dalla musica di Debussy, compositore protagonista di questa serata.
Grande innovatore e nume tutelare del Novecento, Debussy ha aperto la strada alla musica della modernità, rivoluzionando nel profondo il linguaggio musicale a favore di nuove soluzioni timbriche e sonore, che disinnescano i concetti tradizionali di tempo, melodia, ritmo e armonia. Il carattere moderno della sua musica è evidente anche negli altri brani del programma: nel Trio che soppianta il classico abbinamento violino, violoncello e pianoforte per un più suadente accostamento di flauto, viola e arpa, nella Prèmiere Arabesque qui proposta nella trascrizione per due arpe, infine nello straordinario Syrinx, nel quale sono indagate ed esaltate le fluide sonorità del flauto solo.