Lortie 2014 2 credit  PLUSHMUSIC

Louis Lortie
Giovedì 1 settembre ore 21.00

Città di Castello, Chiesa di San Domenico

 

Louis Lortie pianoforte

 

 

GABRIEL FAURE’
Barcarolle n. 5 in fa diesis minore op. 66
Barcarolle n. 7 in re minore op. 90

MAURICE RAVEL
Gaspard de la nuit
Ondine: Lent
Le Gibet: Très lent
Scarbo: Modéré

______

GABRIEL FAURE’
Préludes op. 103
Prélude in re bemolle maggiore
Prélude in do diesis minore
Prélude in sol minore
Prélude in fa maggiore
Prélude in re minore
Prélude in mi bemolle minore
Prélude in la maggiore
Prélude in do minore
Prélude in mi minore

MAURICE RAVEL
La Valse (versione per pianoforte)

 

Il pianista Louis Lortie è considerato uno dei più importanti interpreti della scena internazionale di oggi. Il «Times», descrivendo il suo stile come «puro e immaginativo», ha trovato in lui una «combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno». Di origine franco-canadese, Lortie è rinomato in Europa, Asia e Stati Uniti soprattutto per la ricerca di un’originalità interpretativa figlia di un ampio repertorio più che per la specializzazione in un unico stile. A Città di Castello rende omaggio alla Francia interpretando alcune pagine del repertorio nazionale composte tra il 1884 e il 1913 da Fauré, Debussy e Ravel, autori che vissero in prima persona quel clima di straordinario fermento artistico e culturale che caratterizzò Parigi negli anni di passaggio tra diciannovesimo e ventesimo secolo. Ascoltiamo un Faurè raffinato e discreto, quello dei Notturni, e i suoi Preludi si avvicenderanno a quelli di Debussy: entrambe, pur volendo alludere a Chopin, se ne differenziano profondamente per una più evidente libertà formale e un intenso stile impressionistico. Infine Lortie affronta il celebre trittico Gaspard de la nuit di Ravel, una pagina di difficoltà trascendentale e di irrefrenabile virtuosismo, che merita certamente di essere annoverata fra i massimi monumenti pianistici del Novecento.