CANTO

Cristina Zavalloni

Filippo Farinelli, pianoforte

1 Settembre – 3 Settembre 2016

Sede:  Centro di Formazione professionale “G. O. Bufalini” – Città di Castello, Via San Bartolomeo

Orari: 9.00-13.00 / 14.00-18.00

CRISTINA ZAVALLONI nasce a Bologna. Di formazione jazzistica, intraprende a diciotto anni lo studio del belcanto e della composizione presso il Conservatorio della sua città. Per molti anni si dedica anche alla pratica della danza classica e contemporanea. Si esibisce nei più importanti teatri, in stagioni concertistiche internazionali e festival jazz, tra cui il Montreux Jazz Festival, North Sea Jazz Festival, Free Music Jazz Festival di Anversa, Moers Music, Bimhuis, London Jazz Festival, Klara Festival, International Jazz Festival di Rotterdam, Concertgebouw di Amsterdam, Concertgebouw di Bruges, Lincoln Center e Carnegie Hall, Walt Disney Hall, Teatro alla Scala di Milano, Barbican Center, Beijing Concert Hall, Moscow International House. Si è esibita con orchestre quali la London Sinfonietta, BBC Symphony Orchestra, Schoenberg Ensemble, Sentieri Selvaggi, Musik Fabrik, Orkest De Volharding, Orchestra della Rai Torino, Los Angeles Philharmonic, ORT, Orchestra Toscanini, Irish Chamber Orchestra, ed è stata diretta da Martyn Brabbins, Stefan Asbury, Reinbert De Leeuw, Oliver Knussen, David Robertson, Jurjen Hempel, Georges-Elie Octor, Andrea Molino, Marco Angius, tra gli altri. Collabora con il compositore olandese Louis Andriessen, che ha scritto per lei alcuni dei suoi più recenti lavori tra cui Passeggiata in tram per l’America e ritorno, La Passione, Inanna, Letter from Cathy, Racconto dall’Inferno, la parte di Dante ne La e il monodramma Anais Nin (2010). E’ interprete di prime esecuzioni di Carlo Boccadoro, Luca Mosca, Emanuele Casale e di alcune composizioni di James McMillan (la prima USA di Raising Sparks, Carnegie Hall, 2011). Frequenta il repertorio barocco (Incoronazione di Poppea, Combattimento di Tancredi e Clorinda), collaborando con registi e coreografi quali Mario Martone e Alain Platel (VSPRS e Pitié!, su musiche di Fabrizio Cassol), e con la Brass Bang (Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Marcus Rojas, Steve Bernstein). Le sue più recenti collaborazioni in ambito jazzistico includono i duo voce e piano con Jason Moran, Stefano Bollani, Benoit Delbecq, Alfonso Santimone, le collaborazioni con Radar Band e con Uri Caine. Nel 2015 ha debuttato nell’ultima opera di Mauro Montalbetti, Corpi eretici. Dramma musicale pasoliniano in 9 canti, ha cantato la Passione di L. Andriessen alla Koeln Philharmonie, si è esibita al Castello Reale di Varsavia con al pianoforte Andrea Rebaudengo e ad Amsterdam e Utrecht con il Ludwig Ensemble. Nel 2016, darà vita alla parte di Sor Juana Ines de la Cruz nella nuova opera multimediale di Andriessen, Theatre of the World, ispirata alla vita di Athanasius Kircher, in prima assoluta alla Walt Disney Hall di Los Angeles ( 6-8 maggio) e all’Holland Festival ad Amsterdam (11-19 giugno). Ha pubblicato con Egea IDEA (2006), Tilim –Bom (2008), Solidago (2009), La donna di cristallo (2012). Nel 2014 è inoltre uscito The soul factor (con Uri Caine), per JandoMusic/Via Veneto Jazz. In aprile 2016 uscirà per l’etichetta Encore Jazz la seconda edizione del suo ultimo progetto in quartetto con Cristiano Arcelli al sax, Daniele Mencarelli al basso elettrico, Alessandro Paternesi alla batteria, Special Dish.